salta la barra


Comune di Prato

 indietro
Polizia Municipale

Chi sono e cosa fanno gli ausiliari del traffico


Chi sono?

Gli ausiliari del traffico sono dipendenti comunali, oppure dipendenti delle società che gestiscono i parcheggi o il trasporto pubblico locale. Hanno il potere di elevare multe per determinate infrazioni al codice della strada.

Cosa fanno?

Non tutti gli ausiliari hanno gli stessi poteri in materia di contestazione e accertamento delle violazioni, più precisamente:

- gli ausiliari dipendenti comunali sono abilitati alla prevenzione ed all'accertamento delle violazioni esclusivamente in materia di sosta, su tutto il territorio comunale.
- gli ausiliari dipendenti delle società di gestione dei parcheggi possono agire solo all'interno delle aree oggetto di concessione: di solito negli spazi contrassegnati da segnaletica orizzontale di colore blu (a meno che la concessione non riguardi aree più vaste, organizzate in un progetto generale di gestione degli spazi definito nel piano urbano del traffico e della mobilità).
- gli ausiliari che appartengono al personale ispettivo delle aziende di trasporto pubblico locale, oltre ad esercitare le funzioni di controllo della sosta, sono abilitati anche alla prevenzione ed all'accertamento delle violazioni in materia di circolazione e sosta sulle corsie riservate al trasporto pubblico.

Gli ausiliari possono essere abilitati anche a disporre la rimozione dei veicoli, ma solo nei casi previsti dalle seguenti lettere del comma 2 dell'articolo 158 del Nuovo Codice della Strada:
a) dovunque venga impedito di accedere ad un altro veicolo regolarmente in sosta, oppure lo spostamento di veicoli in sosta;
b) in seconda fila, salvo che si tratti di veicoli a due ruote, di ciclomotori a due ruote o di motocicli;
c) negli spazi riservati allo stazionamento e alla fermata degli autobus, dei filobus e dei veicoli circolanti su rotaia e, ove questi non siano delimitati, a una distanza dal segnale di fermata inferiore a 15 m, nonché negli spazi riservati allo stazionamento dei veicoli in servizio di piazza.

Chi nomina gli ausiliari e da chi dipendono?

Tutti gli ausiliari del traffico sono nominati dal Sindaco con apposita ordinanza, previo accertamento dell'assenza di precedenti o pendenze penali. L'ordinanza del Sindaco specifica se gli ausiliari sono abilitati anche alla rimozione dei veicoli.

Gli ausiliari sono dipendenti del Comune, delle società di gestione dei parcheggi e di quelle esercenti il trasporto pubblico. Il controllo delle norme sulla circolazione stradale, l'organizzazione del servizio e la procedura sanzionatoria amministrativa sono di competenza degli uffici o dei comandi della Polizia Municipale.

Quali sono gli ausiliari del traffico nel Comune di Prato?

Nel nostro Comune agiscono tutte le categorie di ausiliari previste dalla legge:

- ausiliari del Corpo di Polizia Municipale (dipendenti del Comune): sono in genere addetti al rilievo delle infrazioni per sosta vietata in occasione delle pulizie della strada;
- ausiliari Consiag Servizi Comuni (dipendenti della società di gestione dei parcheggi): sono addetti al controllo delle soste a pagamento e nella ZTC;
- ausiliari CAP (dipendenti della società esercente il trasporto pubblico di persone): sono addetti al controllo delle infrazioni sulla sosta lungo le linee degli autobus e dei transiti abusivi nelle corsie preferenziali.

Come sono i verbali degli ausiliari e a quali norme sono sottoposti?

Gli ausiliari redigono verbali dello stesso tipo di quelli utilizzati dalla Polizia Municipale: contengono gli stessi elementi, cambia solo l'intestazione che può recare la ragione sociale e il logo della società di cui sono dipendenti. Gli stampati dei verbali possono essere del tipo tradizionale, oppure prodotti con computer palmare.

La procedura dei verbali degli ausiliari (informazioni, trattamento informatico, pagamenti, spedizione, ricorsi, ecc) è quella, unica, prevista dal Codice della Strada ed è gestita dal Comando di Polizia Municipale. La titolarità e la responsabilità dell'accertamento delle infrazioni rilevate rimane di competenza del personale che l'ha effettuato.

Per i ricorsi i verbali degli ausiliari seguono la stessa procedura prevista per quelli redatti dagli organi principali di polizia stradale: il ricorso va presentato al Prefetto o al Giudice di pace.


Riferimenti normativi

- Legge 127 del 15 maggio 1997, articolo 17;
- Legge 488 del 23 dicembre 1999, articolo 68, comma 5;
- Articoli 2699 e 2700 del Codice Civile;
- Sentenza della Corte Costituzionale numero 157 del 21 maggio 2001;
- Articolo 158, comma 2 del Nuovo codice della Strada




Ultimo aggiornamento: 09.03.2017
 indietro inizio pagina